Overblog Segui questo blog
Edit page Administration Create my blog

Il Pungiglione ittirese

Il Pungiglione ittirese

Inculata e Fuga. La nuova politica Sanitaria della ASL sassarese si fregerà di quest' altra medaglia vergognosamente infamante ? L' Inculata ai danni dei lavoratori dell' ex IPAB del San Giovanni Battista di Ploaghe pare, si vocifera, si intuisce, si sospetta è proprio dietro l'angolo. L' appoppata Inculatoria, godereccia e cecciosa, dovrebbe partire da Via Catalocchino al numero 11. Parrebbe, stando alle solite ed immancabili confidenze dei bene informati che sarà, beati i lavoratori beneficiari direbbero quelli del Gay Pride (!), un' Inculata scientifica. Violentemente indolore e silenziosa. Naturalmente ben studiata a fondo, analizzata nei minimi particolari, ponderata, riflessiva responsabile e decisa, pianificata da un pool di esperti inculatori nei più piccoli dettagliuzzi e nelle pieghe, che a volte nascondono dei dettagli invisibili e illegibili, che faranno apparire l' Inculata una sfortunata, fortuita, non voluta casualità. Un incidente non cercato nè voluto ! Azzo ! Colpa del destino ingrato. Verranno date le colpe, come accade di solito nelle questioni orientate verso l' insabbiamento, a quel povero ragioniere che con freddezza, calcolatrice alla mano, deve far quadrare i conti. Dimostrerà, senza alcun dubbio, che una gamba dell' "Azz", no "Abs", no forse è il "Cts" anzi no "l' Ats", il nuovo e luccicante acronimo partorito dalla regione sardegna (dove a nostra insaputa (dei Sardi) si annidano le migliori menti e culture universalmente riconosciute) per indicare la Nuova Grande ASL Unica della Sardegna; verrà dunque dimostrata con dati incontestabili alla mano la non fattibilità e la inapplicabilità della Beata Incorporazione. Sarà, così si illaziona negli ambienti che contano, un' Inculata di alto valore Culturale prima che Sanitario. Sarà la dimostrazione incontestabile della vocazione Inculatoria, sodomizzante, suppostatoria nonché la massima espressione dell' intellighenzia tattaresa dal giorno dell' insediamento sino ad oggi. Una Santa Inculata che verrà appioppata, senza se e senza ma, nel già provato deretano dei lavoratori; oltretutto senza la classica vaselina, ma che, assicurano alcuni funzionari esperti del settore dell' "inculabis populo", quasi indolore. Quasi.

La si può sentire, quest' Inculata, vibrare con forza nei tanti corridoi degli Ufficioni della ASL e la si può anche intuire interpretando i silenzi, gli sguardi ed i sorrisini di compiacimento godereccio, il fuggi fuggi generale quando si incrociano i sindacalisti (certi, perché altri sono complici...), e la si può anche respirare, quest' aria Inculatoria, in un raggio di qualche centinaio di metri in linea d'aria nelle vie che circondano il Quartiere Generale. Come è giusto che sia ci auguriamo che tutto questo non accada e che gli impegni assunti dalla Regione Sarda allontanino i leggittimi sospetti di cui si diceva.

Tag(s) : #Satira, #Sanita, #Societa